SALUTE PSICO-FISICA nello SPORT & DIAGNOSTICA

Cosa serve ad uno sportivo per migliorare la “performance”?

Abbiamo detto più e più volte che la salute sia psicologica che fisica passa attraverso una corretta alimentazione ed una sana attività fisica. In particolare, per chi pratica sport, a qualsiasi livello, un regime bilanciato e sano è un elemento essenziale non solo per raggiungere un buon equilibrio, ma anche e soprattutto per ottimizzare le proprie prestazioni.

Il cibo non deve essere visto come un semplice “CARBURANTE” per il corpo, ma come il primo alleato per raggiungere la forma fisica e mentale ottimale.

Per questa ragione ho deciso di mettere a disposizione di tutte le persone che lo desiderino, e soprattutto per gli sportivi, un pacchetto di analisi in grado di rispondere non solo alle REGOLE del MANGIAR SANO, ma soprattutto alle REALI NECESSITA’ di ogni singola persona!

Spesso mi viene chiesto qual’è il modo migliore di mangiare per stare bene…nel caos totale dell’alimentazione la mia risposta è questa:

NON ESISTE un tipo di alimentazione CHE VADA BENE PER TUTTI!!! (pur ritenendo l’alimentazione Mediterranea su base vegetale integrale, la più vicina alle esigenze della nostra specie!).

Ogni individuo è UNICO e IRRIPETIBILE e quindi il suo programma alimentare, il suo stile di vita, gli interventi sul suo aspetto mentale DEVONO ESSERE UNICI e IRRIPETIBILI!

Il programma è specifico per gli sportivi, ma non solo, infatti lo sportivo è comunque una persona che, rispetto alle altre persone, sfrutta maggiormente il suo corpo.

COME INDIVIDUARE I BISOGNI SPECIFICI DI OGNUNO?

Per avere un quadro diagnostico ottimale, in collaborazione con un laboratorio avanguardistico, ho previsto 3 differenti tipi di Test:

  • TEST del DNA – “NUTRIGEN EXPLORER” che rappresenta la massima espressione analitica in campo nutrizionale. Nel DNA risiedono tutte le informazioni che rendono ogni persona diversa e unica. Con un semplice auto-prelievo salivare è possibile valutare 26 varianti del DNA in specifici ambiti, dal metabolismo dei lipidi e dei carboidrati al metabolismo della vitamina D, dalla capacità antinfiammatoria e antiossidante alla predisposizione per l’intolleranza al lattosio e alla sensibilità al sale, alla caffeina e all’alcool. In questo modo è possibile definire l’alimentazionottimale in base alle personali caratteristiche metaboliche.
  • INTOLLERANZE ALIMENTARI: cefalee, affaticamento, palpitazioni, ritenzione idrica, gonfioreno latte e derivatiaddominale, metabolismo rallentato, mialgie e crampi, tendenza agli strappi, dolori articolari, ansia, depressione…possono essere causate da un’errata alimentazione. Nel caso di un’intolleranza alimentare non è facile evidenziare un rapporto diretto tra sostanza scatenantee reazione, manifestandosi in modo estremamente vario, fino a 72 ore in ritardo rispetto all’assunzione ed interessando qualsiasi apparato dell’organismo. Il laboratorio al quale mi appoggio (Diagnostica SPIRE) ha adottato la metodica ELISA, l’unica riconosciuta a livello accademico e scientifico, come massima espressione di affidabilità e accuratezza.
  • TEST DI EPIGENETICA: carenze nutrizionali, una dieta non appropriata, affaticamento eccessivo sono ostacoli insormontabili persino per l’atleta allenato. Minerali, vitamine, aminoacidi, ormoni sono componenti essenziali dell’organismo che strutturano o regolano processi vitali importanti. Il loro perfetto equilibrio si riflette sulla capacità dell’organismo di far fronte allo sforzo fisico. Conoscere eventuali carenze o squilibri consente di intervenire con la corretta integrazione per ripristinare le condizioni ottimali per lo sport. BASTA PRENDERE INTEGRATORI A CASO! Il test EPIGENETICO, attraverso una metodica innovativa e il prelievo di un campione di capelli e di bulbi piliferi, è in gradi di fornire uno spaccato significativo sia delle carenze nutrizionali che della presenza di tossine, inquinanti, metalli pesanti e alterazioni elettromagnetiche.
WhatsApp chat